Auguri Nonna!!!

Auguri Nonna!!!

Oggi è il compleanno della mia nonnina!
Gli anni sono 89…anche se lei ama di più ricordare che è del ’24!
Penso a quante cose ha fatto nella sua vita, quante ne ha viste e superate…e quante ancora non ne ha digerite!
L’età non ha certo reso meno vivi i ricordi più dolorosi.
Ho passato molto tempo con i mie nonni quando ero piccola… giocavo nel loro campo, li aiutavo a raccogliere la verdura e passavo i pomeriggi estivi a “sgarbir i fasioi” con mio fratello!
Mia nonna ha il pollice super verde, ama moltissimo fiori e piante, tantochè ogni giorno impiegava circa due ore al mattino e due ore la sera per bagnarli tutti. Ricordo pure che coltivava i mughetti…ed io ero super orgogliosa quando li vendeva al fiorista!
Riccardo ed io potevamo  fare veramente di tutto: costruivamo capanne, casette di legno, giocavamo a pallavolo (mio fratello diceva che ero scarsa e dovevo migliorare), a “campanon“, a nascondino, raccoglievamo i frutti dagli alberi anche se erano acerbi e mangiavamo pomodori dalle piante per merenda ma….”guai a tocar i fiori“!
C’era solo un imperativo e puntualmente la palla finiva sui fiori o su qualche vaso rompendolo! Non lo facevamo di proposito (solita scusa)…ma sembrava che tutto quello con cui giocavamo avesse una specie di calamita e venisse attirato dai fiori. Il problema è che mia nonna si accorgeva anche solo se si staccava una foglia o un petalo dai suoi gerani…inutili i nostri tentativi di ripararli!!!
Per il suo compleanno, quindi, sappiamo cosa regalarle, anche perchè qualsiasi altra cosa verrebbe impacchettata e riposta nell’armadio con un bigliettino riportante il nome della persona che gliel’ha donata così: “quando muoio non litigate e sapete già di chi è“!
L’unico regalo che credo abbia veramente apprezzato in questi anni è stata la bicicletta, dato che non appena le è stata consegnata si è messa a provarla…girando intorno al tavolo di casa!
Qualche settimana fa ha aperto la borsa in cui contiene tutti “gli ori” e mi ha fatto scegliere degli anelli in suo ricordo. E’ stato un regalo bellissimo, anche se mi ha fatto una tenerezza incredibile vederla felice per aver “fatto in tempo a darmeli“.

nonna

 

 

 

 

Credo non sia facile accettare il passare degli anni e gli inevitabili cambiamenti fisici.
Ricordo quando scorrazzava in auto e le mie amiche dicevano:” toh, guarda la nonnetta, che grinta!” ed io tutta orgogliosa rispondevo:”quella è MIA NONNA!”, o quando girava in bicicletta con le borse della spesa e  i fiori  (non mancavano mai). Ora fa un pò fatica a camminare, ma lo spirito è sempre vivo e mi fa morire con la sua battuta pronta, le sue massime e i proverbi veneti.
Ogni volta che la vedo mi dice di fare giudizio, di fare la brava perchè lei vuole che dei suoi nipoti si parli sempre bene, e di  pregare ogni tanto (una volta mi interrogava per sapere se ero andata a messa ma si è rassegnata!), io le rispondo che sono tranquilla perchè so che lei prega anche per me…veramente prega per tutti noi!
Dopo la morte di mio nonno ho dormito da lei per molto tempo, ogni sera dicevamo le preghiere  e poi mi raccontava la storia di “petin e petee” oppure quella “longa longa” che non aveva un finale, e mi addormentavo per sfinimento! La mattina mi aspettava il the caldo e un’imitazione del tronchetto del Mulino Bianco.
Non mi ha mai obbligata a mangiare questo piuttosto che quello perchè faceva bene, anzi: quando eravamo in vacanza al mare per due giorni le ho chiesto latte e formaggio (stavo leggendo Heidi), e lei per due giorni mi ha dato un bicchiere di latte e del formaggio proprio come faceva il nonno con Heidi! Che mito! Secondo me la facevo pure contenta così non doveva cucinare!
Non veniva a vedere le mie partite perchè se perdevo ci rimaneva male, anche seguirle alla tv era una sofferenza, eppure mi diceva con semplicità:”non si può mica sempre vincere, andrà meglio la prossima!”.
Ultimamente però non mi chiedeva più come andava il campionato ma piuttosto: “ti pagano!?” .Diciamo che era entrata nel mood!!!
Scrivendo queste righe mi vengono in mente così tanti aneddoti che vorrei raccontare, e penso che dovrei andare a trovarla più spesso, chiamarla più spesso, passare più tempo con lei…infondo questo è quello che dovrebbero fare i bravi nipoti, quelli giudiziosi!
Oggi l’ho chiamata per farle gli auguri, le ho detto che ci saremmo viste Sabato per festeggiarla e mi ha risposto con un “speriamo di arrivarci!“.
Vorrei solo che oggi fosse Sabato…

 

 

 

2 Comments

  1. Ringo
    Mar 14, 2013

    Super la nonna!! Mi parla sempre in Veneto slang e non ci capisco un tubo, ma lei pensa che io capisco il suo dialetto perché con la testa faccio sempre segno di si!!!!!!!!! Ringo

  2. admin
    Mar 21, 2013

    Le nonne sono la cosa più bella che ci possa capitare. Se poi son venete… 🙂

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *