Pantere Let’s Go!

Pantere Let’s Go!

Qualcuno stamattina si è svegliato col sorriso, o forse non si è ancora svegliato per paura che si tratti solo di un sogno….E invece no!
La finale l’hanno raggiunta, eccome!
L’hanno raggiunta con la determinazione ed un cuore grande come tutta Conegliano, ma soprattutto con tanta umiltà, caratteristica che, purtroppo, non ho visto sui visi di qualcuna delle ragazze di Busto.
Ovviamente il differente carico di pressione che le due squadre portavano sulle spalle ha influito parecchio, ma credo che di base ci fosse un atteggiamento sbagliato da parte delle ragazze della Yama, dato che i valori in campo sono assolutamente indiscutibili!
Un plauso lo faccio comunque a Cisky Marcon e Giulia Leonardi che in questo trittico di partite hanno , per come si suol dire, “tirato la carretta”!
Conegliano invece ieri ha fatto la partita della vita…quella che aspetti da una vita, e per cui ti alleni ogni giorno!!!
Ho ancora davanti agli occhi i sorrisi trattenuti a stento quando i match ball che separavano le ragazze dalla finale erano davvero tanti e che rendevano impossibile il non pensare a quello che stava per accadere…la conquista della finale scudetto!
Brave le ragazze, bravo lo staff, bravi i tifosi a sostenerle in ogni momento e brava la giovane dirigenza che guidata dalla passione per il volley ha trasformato questa squadra facendola rinascere dalle sue ceneri…proprio come l’araba fenice tatuata sul corpo di Carla Rossetto, l’atleta che forse più di tutte è legata a questa città.

Bello sentire i time out di Marco Gaspari: precisi, chiari, diretti e sempre positivi. Esempio lampante che puntare sui giovani meritevoli paga…paga alla grande!

57

 

 

 

 

 

Sono contenta per le ragazze: per tante di loro si tratta della realizzazione di un sogno, per altre la giusta ricompensa dopo una stagione travagliata.
Brava la nuova società che ha puntato su giocatrici che a Conegliano c’erano già state e che avevano vissuto alcuni tra i momenti più difficili della passata gestione.
(Purtroppo attraverso qualcuno di quei momenti difficili ci sono passata anch’io, ma questa è un’altra storia!)
Sta di fatto che vedere partite come quella di ieri fa venire voglia anche ad una pensionata convinta come me di indossare nuovamente le ginocchiere!
Brave veramente tutte….e che grinta! L’urlo di Emy (Emiliya Nikolova) a fine partita la dice lunga.

150

 

 

 

 

 

Mi è piaciuta moltissimo la regia lucida e precisa di Letizia Camera che ha saputo ben dosare la fame di palloni delle sue attaccanti sfruttandole nei momenti giusti (da ex palleggiatrice faccio sempre il tifo per le mie colleghe di reparto). Puntuali e precise le attaccanti hanno risposto alla grande…per non parlare del sistema muro difesa che è stato impeccabile.
Insomma, una bella vittoria di SQUADRA, ed ora fate bene a festeggiare!
Obbligatorio festeggiare, senza dare ascolto a chi a fine partita vi dice di non farlo perchè dovete pensare alla finale! Come se non ci state pensando già abbastanza!
Godetevi questo momento, perchè ve lo siete guadagnato!
E poi…un bicchiere di prosecco, o uno Spritz, non ha mai fatto male a nessuno!!!

199

 

 

 

 

 

Potrei dilungarmi molto parlando dei muri di Raffa Calloni, dei poderosi colpi di Valentina Fiorin, delle difese di Carla piuttosto che della tattica studiata da Marco ma…
Tutti sappiamo che il segreto della vittoria dell’Imoco sta nella Tecar del mitico Fisio Stefano Galifi!

1bbbbb

Il Fisio

 

 

 

 

 

 

 

E quindi….che Tecar e prosecco sia!!!

In bocca al lupo per la FINALE!!!!

 

 

 

 

 

 

 

3 Comments

  1. Rob
    Mag 2, 2013

    La maggggggica Tecar! Me l’ero dimenticata!!!
    Pensionata convinta, ho esultato ieri sera ma ho anche avuto un moto di tristezza a pensare che mi sarebbe piaciuto ci fossi anche tu, li’ sul campo. TVB.

  2. admin
    Mag 2, 2013

    Racu torna a giocare 🙂
    Se lo fai tu lo faccio anche io (al massimo un Csi…io)

    Ele

  3. Dani
    Mag 2, 2013

    Mi hai letto nel pensiero, anche io ho visto poca umiltà in Busto…ma pensa te la stranezza, in primis io evidenzio proprio la Marcon e la Leonardi. Hanno avuto un atteggiamento insopportabile ai miei occhi.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *